Skip to main content

Benvenuti su Le Sfigatte!

Per qualsiasi domanda contattateci sui nostri indirizzi email di riferimento, info@lesfigatte.org per quel che riguarda il nostro impegno e l'associazione in generale, adozioni@lesfigatte.org per adozioni di gatti e cani e, per tutto ciò che orbita attorno al sito, webmaster@lesfigatte.org. Per aiutarci potete effettuare una donazione alla coordinate indicate qui.
Ci potete trovare anche su Facebook e Twitter.

LI ABBIAMO RECUPERATI E CURATI TUTTI... E ORA?

LI ABBIAMO RECUPERATI E CURATI TUTTI... E ORA?
CI ARRENDIAMO E RIMANDIAMO IL PROGETTO RIFUGIO COL QUALE NE AVREMMO...

Pubblicato da Le Sfigatte su Venerdì 2 ottobre 2020

LI ABBIAMO RECUPERATI E CURATI TUTTI... E ORA?
CI ARRENDIAMO E RIMANDIAMO IL PROGETTO RIFUGIO COL QUALE NE AVREMMO POTUTI SALVARE MOLTI DI PIÙ!
Eravamo finalmente riuscite ad acquistare il terreno per realizzare un progetto che rincorriamo da anni e speravamo di concretizzarlo entro il 2021 eppure molto probabilmente prossimamente non ci sarà alcun rifugio, almeno non in tempo brevi.
Per costruirlo servono fondi, per le recinzioni, per le strutture, le casette, le cucce ma come si fa a riuscire a mettere dei soldi da parte se ogni giorno veniamo subissate di segnalazioni di gatti in difficoltà?
Siamo sconfortate e preoccupate, nonostante i nostri volontari continuino instancabili a fare tutto il possibile, non basta mai.
Non troviamo una soluzione, l'unica via che ci rimane sarebbe di sospendere le richieste, togliere i numeri di telefono dal sito e fb per evitare continue telefonate di richieste aiuto (cosa che non ci sembra seria) non accettare più segnalazione di gatti bisognosi sino a che non avremo saldato tutti i debiti nelle cliniche e dato i mici attuali in adozione.
Sono oltre 160
un numero esorbitante, conseguenza dell’aver sempre detto di sì a tutte le segnalazioni arrivate.
Ogni tanto ci sentiamo dire frasi come: “se non lo salvate voi, non lo farà nessuno" e purtroppo in molti casi forse è vero.
Il problema è che l'iter, una volta preso il gatto malmesso di turno, non è quello di farlo visitare 10 minuti in clinica e poi farlo adottare nell'arco di due giorni.
No. Spesso il gatto in questione ha problemi seri e deve seguire lunghe terapie in clinica, a volte proseguirle in stallo.
È proprio ciò che è accaduto con Agostina (in foto), una cucciola di 4 mesi proveniente da una colonia; ne avevamo già parlato in un appello precedente; polmone epatizzato, oltre 800 euro il primo ricovero, la sua vita appesa ad un filo poi sembrava andare meglio invece le sue condizioni si sono aggravate.
Risultata positiva alla parvo, altro ricovero in un’altra clinica, il timore di perderla, viene inserito anche un sondino per drenaggio toracico.
Per farla breve, salvare la vita ad Agostina ci costerà più di 2000 euro! Così come per salvare la gattina Prima dalla parvo ci è costato 400 euro pochi giorni fa e lo scorso mese idem con Cosette, altri 600 euro.
E poi Buba, randagia, segnalata insieme ai suoi cuccioli con problemi vari di salute, oltre 1000 euro per salvare lei e i suoi piccoli e Ban, gatto di proprietà buttato in cortile anni fa da parenti miserabili dopo la morte del proprietario, in strada si è preso la FeLV, è diventato un catorcio, ci abbiamo provato, oltre 800 euro eppure non ce l’ha fatta.
5 gatti e 3 cuccioli quasi 5000 euro in un solo mese! E non ci sono solo loro!
Ma con che soldi lo costruiamo un rifugio a questi ritmi se non ci bastano neanche per saldare i veterinari?
Eppure la soluzione qual è?
Dire anche noi di no e lasciarli morire?
Non solo i casi disperati con traumi importanti come Pina, necessitano di donazioni, nonostante senz'altro tocchino il cuore. Ci sono anche storie di gatti senza traumi importanti ma gatti che si ammalano da giovanissimi e che facciamo di tutto per salvare.
Siamo orgogliose di tutto questo, delle nostre scelte e dei nostri sacrifici, ma non basta.
Non basta più.
Ci mancano stalli (i gatti rimangono parcheggiati dai veterinari e paghiamo degenze evitabili, vedi Moon in clinica da giorni , 3 post di richiesta stallo, completamente ignorata) mancano adozioni, mancano donazioni ...
Quello che non mancano però sono segnalazioni, i mici in fin di vita, le fatture delle cliniche.
SIAMO ARRIVATE AL LIMITE
Abbiamo bisogno di aiuto
Ora più che mai
Come fare una donazione:
Conto corrente bancario
intestato a Associazione Le Sfigatte, presso Intesa San Paolo
IBAN: IT33K0306909606100000115412
BIC: BCITIMM
Paypal: info@lesfigatte.org
Satispay: https://tag.satispay.com/lesfigatte
Postepay: 4023 6009 2867 8145 (intestata a Laura Bettella codice fiscale: BTTLRA68C48L219L)
Per 5 x1000: CF 97728760014